Archivi per mese: "novembre 2014"

I vostri rappresentanti di Studenti per Udu Brescia stanno partecipando ad una serie di incontri organizzati dall’Università degli Studi di Brescia per favorire il miglioramento del servizio delle segreterie. Ci hanno presentato le criticità rilevate attraverso i questionari compilati dagli studenti, dai quali sono emerse  le stesse problematiche che avevamo già segnalato, ossia gli orari ridotti di apertura, i tempi di attesa piuttosto lunghi, informazioni non chiarissime che vengono divulgate, a questo incontro presentano il risultato dei questionari sottoposti al personale. Succssivamente, di hanno presenetato i risultati delle  rilevazioni cheRead More
COPERTINAAA
Lo scorso 28 ottobre il consiglio di amministrazione ha votato la messa a pagamento del parcheggio di medicina. STUDENTI PER ha votato contro. Tutti gli altri, e tutti gli altri rappresentanti, hanno votato a favore. Pare che qualche lista remi contro. Riportandovi la nostra dichiarazione di voto, vi assicuriamo che non ci fermeremo qui. “Pur apprezzando il tentativo, da parte dell’amministrazione, di impostare un dialogo con gli studenti, non posso ritenere positivo un provvedimento che imponga un’ulteriore contribuzione in capo agli studenti stessi. In primo luogo, sono state addotte alternativamente due motivazioni fondanti per tale decisione,Read More

Posted On novembre 3, 2014By Martina MelgazziIn In Evidenza, Zibaldone

Bufale, complotti e finte vacanze

Ha fatto il giro del mondo (via web, chiaramente) in poche ore. «È un fenomeno di metamedia», così si sono espressi alcuni esperti del settore: un po’ come per il metateatro plautino, in cui attraverso il teatro si parlava proprio dell’atto teatrale, in questo caso con la potenza dei social media si muovono delle critiche ai social media stessi. Svettava questo titolo su tutti i blog e i siti di informazione: Finge lunga vacanza, ma in realtà non è mai uscita di casa. Si tratta della vicenda di Zilla VanRead More
COPERTINAAA
“IL BUNKER CHE VORREI” Sistemare e rendere vivibile e “studiabile” l’affezionata aula stadio “Il Bunker! Dotandola di prese, sorveglianza e togliere l’aria fatiscente che ha assunto in questi ultimi anni di trascuratezza.” “L’INGE CHE VORREI” Introdurre Aula Ristoro, Aula Relax; Bar, Armadietti di Sicurezza, Cambiamonete “PIU’ AULE PIU’ STUDIO” Allargare gli orari di apertura di alcune aule sudio e crearne di nuove. Per lo studio individuale e di gruppo con tutti i comfort per uno studio di qualità: prese sedie e bell’ambiente! “MORE EXAMS FOR ALL” Istituzionalizzare la Sessione StraordinariaRead More
COPERTINAAA
ELIMINAZIONE SALTO D’APPELLO: grande conquista della nostra lista, la possibilità di prevedere il salto d’appello è stata depennata dal Regolamento didattico d’Ateneo. Ci impegneremo tuttavia per ribadire ulteriormente e in maniera ufficiale, all’interno del Regolamento didattico di Dipartimento, il nostro diritto a sostenere liberamente ogni appello d’esame. Ci impegneremo inoltre nel far rispettare questa nostra prerogativa. CALENDARIZZAZIONE ANNUALE O SEMESTRALE DEGLI APPELLI D’ESAME: crediamo che questa possa essere la soluzione per superare le problematiche organizzative dell’amministrazione e di pianificazione dello studio degli studenti. REINTRODUZIONE DEI CORSI DI LINGUA SPECIALISTICA: inRead More
COPERTINAAA
             CHE COSA ABBIAMO FATTO? Segnalato di sessione in sessione i ritardi nella pubblicazione degli appelli Sostenuto le richieste di appelli straordinari Portato all’attenzione dei presidenti di corso o del rettore problemi urgenti di singoli corsi di studio (lauree di igiene dentale, blocco degli esami di infermieristica, esame di statistica di fisioterapia, esame di tirocinio di tecnico radiologo, corso per la sicurezza di scienze motorie…) Assemblea informativa sul nuovo test per l’accesso alle specializzazioni e richieste pressanti in ministero attraverso il CNSU per l’aumento delRead More

Posted On novembre 1, 2014By Andrea CurcioIn Università

Liberiamo le energie della nostra Università

Nel mio discorso di inaugurazione dell’Anno Accademico di qualche anno fa, auspicavo ed invitavo le varie componenti sociali dell’Università a riscoprire lo spirito originario che, quasi mille anni fa, in Italia aveva dato avvio alla creazione delle prime comunità accademiche del mondo occidentale. Un nuovo patto sociale che si focalizzasse sulla formazione dello studente e la crescita culturale dell’intero paese. Un cambio di paradigma, dunque, che scardinasse l’attuale sistema – che ha dimostrato di non essere in grado di funzionare – e riportasse la figura del cittadino/studente al centro diRead More